UN VIAGGIO NEL TEMPO


Primavera di settecentocinquanta anni or sono: nasceva a Firenze il Sommo Poeta. Primavera 2015: il Museo Casa di Dante celebra questa ricorrenza che coincide con i primi cinquanta anni della nascita del museo con un cortometraggio, affidandosi al sorriso ed alla spensieratezza di due fanciulle contemporanee del Poeta che si ritrovano catapultate nella frenetica Firenze dei giorni nostri. Stefano Massini firma la storia ed il Museo affida alla Scuola di Teatro Calenzano Teatro FormAzione la parte artistica del progetto, mentre della parte tecnica è incaricata una coppia di professionisti del video e dell’audio. Rapiti dalla freschezza delle immagini sbirciamo le nostre due donzelle addormentarsi sul finir del Medioevo, tra i colori di un prato di campagna, per poi svegliarsi di soprassalto nell’apparente tranquillità di un parco nel pieno centro della moderna città. Sorridiamo nel vederle impaurirsi al passaggio di un autobus e meravigliarsi nell’ammirare una imponente statua dedicata proprio a quel Dante che avevano lasciato nel passato, intento a scrivere chissà quale poema. Le nostre accompagnano lo spettatore sui selciati del centro storico, davanti ai palazzi, sulle rive dell’Arno… Grazie anche al gran numero di riprese in soggettiva, ideali per trasmettere l’emozione della riscoperta di scorci e sensazioni, Florentia quasi strappa alle fanciulle il ruolo da protagonista. Soltanto al tramonto, scortate da un figurante storico fortuitamente incontrato, varcheranno la soglia della Casa del concittadino Dante, a loro insaputa trasformata nel ben noto Museo.

Teodoro Lanucara e Edoardo Orlandi

IL CORTOMETRAGGIO


Crediti


Cortometraggio scritto da Stefano Massini e prodotto dal Museo Casa di Dante con la collaborazione della scuola di teatro Calenzano Teatro FormAzione.

Direttore di produzione Teodoro Lanucara; regia Edoardo Orlandi; fotografia e montaggio Leonardo Giannini;audio e presa diretta Margherita Lucchini;interpreti  Carolina Mesoraca, Gaia Zipoli e Paolo Martinenghi ; costumi Sartoria Teatrale Antonietta Firenze.