SECONDO PIANO


La vita di Dante e la Firenze medioevale

L’esilio del poeta


Al secondo piano, la prima sala, affronta il tema dell’esilio del poeta. Sul lato destro sono presenti tre bacheche.

Nelle due laterali si trovano due libri dei più grandi storici fiorentini, il primo libro è l’edizione del 1728 dell’Istoria Fiorentina dall’anno 1280 al 1312 di Dino Compagni, il secondo è l’edizione del 1532 de La Nuova Cronica di Giovanni Villani. La bacheca centrale contiene invece la riproduzione del libro del Chiodo dove è scritta la pena inflitta a Dante. Il libro ha questo nome particolare perché ha una legatura in legno e veniva appeso con un chiodo nella sala dei Giudici e Notai per essere consultato pubblicamente.

Libro del Chiodo

La camera da letto


Nell’angolo sinistro della sala, è posta una riproduzione fedele di una camera da letto nobile, anch’essa degna di particolare attenzione per la sua bellezza e per la presenza intorno al letto dei cosiddetti “cassoni”, importante strumento d’arredo nelle case nobiliari, essi servivano sia per riporre gli indumenti della famiglia sia come sedie per gli ospiti. Molti di questi cassoni avevano delle decorazioni e spesso costituivano la dote della figlia promessa sposa ed erano il simbolo della prosperità della famiglia.
Camera da letto nobiliare

Gustave Doré e la Commedia


Nella sala attigua, è riprodotto un video che illustra la Divina Commedia attraverso le opere di Gustave Doré, importante artista francese che ha riportato in vita con delle superbe illustrazioni il capolavoro dantesco.
Le illustrazioni della Divina Commedia di Gustave Doré